Trattamento dell’ Obesità e Chirurgia Bariatrica in Quisisana

pubblicato il 14/06/2018 18:28:08

Per una visita o consulenza chiama  06-80958343

L’obesità  e la chirurgia bariatrica sono due realtà in ambito clinico di grande rilievo. La prima è una vera e propria patologia cronica invalidante che deve essere trattata con terapie efficaci, mentre la seconda è una tecnica chirurgica finalizzata a curarla aumentando l’aspettativa e la qualità di vita del paziente obeso, anche perché è sempre più sicura e all’avanguardia anche grazie a tecniche mininvasive avanzate.

L'obesità è una patologia complessa, frutto dell’interazione tra fattori genetici e ambientali che provoca uno squilibrio tra le calorie ingerite e quelle consumate.

L’obesita? ha importanti conseguenze su mortalita?, morbosita?, disabilita? e qualita? della vita. In Europa il sovrappeso e l’obesita? sono responsabili di circa l’80% dei casi di diabete tipo 2, del 55% dei casi di ipertensione arteriosa e del 35 % di casi di cardiopatia ischemica.

Principali co-morbosità associate all’obesità:

  • Malattie cardiovascolari: cardiopatia, ischemica, angina pectoris, infarto miocardico, ipertensione, dislipidemia e ictus;
  • Cancro : endometriale, cervicale, ovarico, della prostata, della mammella, del colon, del retto, del rene, del fegato e della cistifellea;
  • Diabete di tipo 2 e resistenza all'insulina;
  • Stadio terminale dell malattia renale;
  • Osteoartrite;
  • Trombosi venosa profonda;
  • Iperuricemia e gotta;
  • Calcoli biliari;
  • Disordini riproduttivi;
  • Lombalgia;
  • Apnea del sonno;
  • Complicanze in chirurgia.

A causa della etiopatogenesi complessa non esiste attualmente una strategia terapeutica monodirezionale efficace, specie nel lungo termine. Anche se terapie dietetiche mediante regimi ipocalorici ed attività fisica si sono dimostrate efficaci nel ridurre il peso, solo il 20% dei pazienti obesi in terapia dietetica ha mantenuto un calo ponderale maggiore del 10% dopo tre anni. Un trattamento appropriato dell’eccesso ponderale deve avere fra i suoi obiettivi una riduzione realistica del peso, il mantenimento a lungo termine del calo ottenuto e la prevenzione delle recidive, includendo inoltre la gestione efficace delle complicanze, per il miglioramento del profilo di rischio e della qualita? di vita.

In tale contesto la chirurgia bariatrica rappresenta un intervento non solo clinicamente efficace ma anche costo-efficace.. Essa può offrire un calo di peso duraturo e ridurre i sintomi della sindrome metabolica, migliorando nettamente lo stato di salute, il benessere e la qualità della vita per quei pazienti che non hanno tratto benefici dalle terapie convenzionali.

Chirurgia dell’obesità ed efficacia clinica

La chirurgia bariatrica è al momento attuale la terapia di maggiore efficacia nel trattamento della grave obesità e delle sue comorbosità, è supportata dai risultati di studi clinici di elevata qualità scientifica e la sua applicazione trova pieno riconoscimento nelle linee guida Nazionali e internazionali.

La chirurgia dell’obesità tendenzialmente modifica l’anatomia del tratto digestivo. I meccanismi attraverso i quali essa agisce sono di due tipi:

  • meccanico-restrittivi, che permettono più facilmente di diminuire la quantità di alimenti assunti e quindi di osservare più facilmente le diete ipocaloriche;
  • metabolico-malassorbitivi che, alterano la digestione e l’assorbimento degli alimenti, in particolare degli alimenti grassi, diminuendo così l’apporto calorico.

Le tecniche chirurgiche possono essere classificate in tre gruppi:

  • restrittive pure: bendaggio gastrico regolabile
  • malassorbitive: mini bypass gastrico, diversione bilio-pancreatica classica, diversione bilio-pancreatica con DS; SADIS
  • cosiddette metaboliche: bypass gastrico, sleeve gastrectomy.

La scelta dell’intervento chirurgico è un momento fondamentale del lavoro dell’equipe multidisciplinare ed è parte fondamentale del consenso informato del paziente. Il paziente deve comprendere le motivazioni e la scelta del tipo di intervento chirurgico, i rischi e i benefici ricordando sempre che la Chirurgia dell’Obesità non ha scopi estetici, ma ha come obiettivo quello di determinare una cospicua perdita di peso e prevenire o ridurre i problemi di salute correlati all’obesità.

Questo sito si avvale dei cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la pagina Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. cookie policy